Salta al contenuto
Rss




Premessa

Logo CISA 24 - Consorzio Intercomunale Servizi Socio Assistenziali I servizi socio assistenziali in provincia di Novara sono sempre stati svolti dalla Unità Sanitaria Locale, che si chiamava USSL 51 e la cui sigla stava a significare Unità Socio Sanitaria Locale.
L'Ente era pertanto competente a svolgere servizi sia di carattere sanitario che socio assistenziale.
Leggi regionali successivamente intervenute hanno stabilito che le USSL potessero svolgere solamente attività di carattere sanitario, con conseguente attribuzione direttamente in capo ai Comuni delle competenze relative ai servizi socio assistenziali. Della USSL 51 facevano parte 25 Comuni.
Il Comune di Novara alla fine dell'anno 1996 decise di svolgere in forma autonoma i servizi socio assistenziali.
I rimanenti 24 Comuni si riunirono quindi in un Consorzio, appositamente costituito, per svolgere in forma associata i servizi socio assistenziali ereditati dalla USSL 51 che nel frattempo cambiò denominazione e divenne Azienda Regionale A.S.L. N.13.
Il Consorzio C.I.S.A. 24, cosi chiamato in omaggio al numero dei Comuni che ne fanno parte, ha iniziato la sua attività il 1° Settembre 1997.
Principali servizi che il Consorzio offre alla popolazione residente nel territorio dei Comuni di Biandrate, Borgolavezzaro, Briona, Caltignaga, Carpignano Sesia, Casalbeltrame, Casaleggio, Casalino, Casalvolone, Castellazzo Novarese, Fara Novarese, Garbagna Novarese, Granozzo con Monticello, Landiona, Mandello Vitta, Nibbiola, Recetto, San Nazzaro Sesia, San Pietro Mosezzo, Sillavengo, Terdobbiate, Tornaco, Vespolate, Vicolungo.


Servizi Rivolti agli Anziani

Assistenza domiciliare
L'assistenza domiciliare comprende alcune prestazioni specifiche, tutte volte a rimuovere gli ostacoli che si frappongono tra la volontà di rimanere a casa propria e la concreta fattibilità di questa scelta.
I servizi prevalentemente forniti, periodici o giornalieri, sono: la cura della casa, la spesa, la preparazione dei pasti, l'igiene personale, il disbrigo di pratiche amministrative, l'accompagnamento presso Presidi Sanitari, l'uscita da casa e la frequentazione di centri e luoghi di aggregazione.

Destinatari
Possono usufruire del servizio persone e nuclei familiari che si trovano, anche temporaneamente, nell'impossibilità di affrontare le necessità personali o dei propri familiari.

Come richiedere il servizio
L'interessato (o un parente o conoscente) deve presentare richiesta presso l'ufficio di Servizio Sociale della zona di residenza.

Modalità di erogazione del servizio
L'Assistente Sociale, verificati durante il primo colloquio i requisiti e le condizione sociali, programma una visita al domicilio del richiedente, successivamente stabilisce i termini di erogazione della prestazione richiesta.


Assistenza Domiciliare Integrata - A.D.I.

L'assistenza domiciliare integrata è un servizio mirato a soddisfare le esigenze di tutti i soggetti aventi necessità di un'assistenza continuativa, che può variare da interventi esclusivamente di tipo sociale (vedi Assistenza Domiciliare) ad interventi misti socio sanitari (assistenza infermieristica, attività riabilitative, interventi del podologo, ecc).

Destinatari
Persone ammalate affette da determinate patologie a cui necessita la valutazione del proprio medico curante.

Come richiedere il servizio
Ci sono due possibilità di richiesta:

  • tramite l'ospedale che contatta direttamente il servizio infermieristico del distretto;
  • tramite il medico curante
In entrambi i casi verrà effettuata un'ulteriore valutazione medica da parte del Distretto di zona.

Modalità di erogazione del servizio
Il medico del Distretto in collaborazione con il servizio infermieristico predispone un piano di assistenza valutandone le urgenze.


Inserimenti in Case di Riposo

Destinatari
Persone non autosufficienti, per cui necessita un'assistenza tutelare globale e continua, che la famiglia o i servizi e le prestazioni a domicilio non sarebbero in grado di fornire.
E' indispensabile rivolgersi al sevizio sociale della propria zona di residenza. Con l'aiuto dell'Assistente Sociale verrà inoltrata la domanda di inserimento effettuata dall'anziano o da un parente.

Convenzioni con A.S.L. 13
Il Consorzio CISA 24 ha stipulato una convenzione con l'Azienda Sanitaria Locale n°13 di Novara, in base alla quale l'ASL riconosce complessivamente n° 55 posti letto convenzionati e per il quali corrisponde direttamente alle strutture convenzionate il pagamento della retta sanitaria.
Per questi posti pertanto l'ospite è tenuto al pagamento esclusivamente della quota alberghiera.
Attualmente le strutture convenzionate sul territorio del Consorzio sono:

  • Opera Pia Corbetta Borgolavezzaro
  • CICA Residenze s.c.r.l. Casalbeltrame
A conclusione dei lavori di ristrutturazione, sarà successivamente inserita tra le strutture convenzionate la Casa di Riposo Perego Pinzio Lavagetto di Carpignano Sesia.
L'individuazione delle strutture ed il numero dei posti letto convenzionati, sia quelli complessivi che quelli attribuiti ad ogni singola struttura, sono stabiliti annualmente dall'Assemblea del Consorzio in occasione della definizione di apposita convenzione da stipulare con l'A.S.L. 13 di Novara.


Telesoccorso

II servizio prevede l'utilizzo di apparecchi in viva voce che consentono all'operatore di collocarsi in tempo reale con l'abitazione dell'utente, per accertare i motivi della chiamata di allarme e per attivare immediatamente, se necessario, i soccorritori. Le chiamate pervengono ad una centrale operativa in servizio 24 ore su 24.
E' possibile attivare l'intervento anche in assenza di persone dall'abitazione, nei casi di principio di incendio, fughe di gas etc.

Destinatari
E' un sistema di sicurezza intelligente di controllo e di assistenza domiciliare per persone sole, anziane o con problemi di salute e di inabilità, che consente di affrontare più sicuri la realtà di ogni giorno nel proprio ambiente.


Servizi Rivolti ai Minori

Adozioni - Affidamenti - Accompagnamenti

1. ADOZIONI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI

Destinatari
L'adozione è consentita ai coniugi uniti in matrimonio da almeno tre anni o che abbiano convissuto in modo stabile e continuativo prima del matrimonio per un periodo di tre anni e che siano in grado di educare, istruire e mantenere i minori che intendono adottare. L'età degli adottanti deve superare di almeno 18 e di non più di 45 anni l'età dell'adottando.

Come richiedere il servizio
I coniugi che desiderano adottare un minore devono dichiarare la propria disponibilità all'adozione presso il Tribunale per i Minorenni di Torino (Corso Unione Sovietica 325) o di altra Regione (solo per adozione nazionale).
Per l'espletamento delle successive indagini il Tribunale per i Minorenni delega una apposita équipe costituita da Assistenti Sociali del Consorzio e da Psicologi del Servizio di Neuropsichiatria infantile dell'ASL di appartenenza.
Gli interessati potranno assumere informazioni presso le Assistenti Sociali competenti per zona secondo le indicazioni in premessa.

2. AFFIDAMENTI

L'affidamento serve a sostituire il ruolo della famiglia per il periodo in cui essa non è in grado di offrire al bambino quanto gli necessita per un adeguato sviluppo psicofisico.

Destinatari
La legge non prevede requisiti particolari. Possono dare la propria disponibilità all'affido nuclei familiari con o senza figli propri o anche persone singole. Non esistono limiti di età.

Come richiedere il servizio
Le famiglie o le persone singole interessate all'affidamento di un minore devono rivolgersi alle Assistenti Sociali della propria zona, che attraverso colloqui e visite domiciliari valuteranno la disponibilità e la possibilità di un affidamento.

3. ACCOMPAGNAMENTI PER MINORI PORTATORI DI HANDICAP

Destinatari
Famiglie con minori portatori di handicap in cui per motivi diversi non può essere gestita la situazione all'interno della stessa. Il servizio sociale provvede a prelevare il minore presso la propria abitazione per accompagnarlo nelle varie strutture di recupero di cui necessita.

Come richiedere il servizio
La famiglia interessata al servizio deve rivolgersi al Servizio Sociale della propria zona per l'inoltro della richiesta.

4. SERVIZI RIVOLTI AI DISABILI.

Centri diurni
Il Consorzio è convenzionato con l'ASL 13 di Novara per l'inserimento di giovani disabili presso i Centri Diurni, all'interno dei quali vengono svolte attività socio riabilitative di vario genere.

Destinatari
Soggetti con handicap medio-grave per i quali in caso di necessità si può effettuare il trasporto.

Come richiedere il servizio
I famigliari dei soggetti portatori di handicap interessati al servizio devono rivolgersi ai Servizi Sociali della propria zona per l'inoltro della domanda.


Inserimenti Lavorativi

Il tirocinio formativo e di orientamento non costituisco rapporto di lavoro. Durante lo svolgimento del tirocinio l'attività di formazione e orientamento è seguita e verificata da un tutore designato dal soggetto promotore in veste di responsabile didattico - organizzativo e da un responsabile aziendale indicato dal soggetto ospitante.

Destinatari
Si possono promuovere tirocini di formazione ed orientamento in impresa a beneficio di coloro che abbiano già assolto l'obbligo scolastico, che siano in possesso di certificazione di handicap e che abbiano discrete possibilità di professionalizzazione, per un loro futuro inserimento lavorativo.

Come richiedere l'inserimento
L'interessato deve inviare una richiesta al CISA 24 che a sua volta provvederà ad inoltrarla al GIL (Gruppo Inserimento Lavorativo) di Novara coi quale il Consorzio ha stipulato una apposita convenzione.

Partecipazione degli utenti ai costi dei servizi
Agli utenti che usufruiscono dei servizi è richiesta una compartecipazione alla spesa, determinata dal Consorzio in base al reddito famigliare della persona assistita.
I criteri attualmente adottati dal Consorzio dovranno essere prossimamente rivisti per adeguarli alle nuove disposizioni statali recentemente intervenute. Contestualmente all'avvio del servizio, l'Assistente Sociale provvede alla compilazione di una apposita scheda con la quale, in base ai dati forniti dall'utente, sarà determinata la quota di compartecipazione alla spesa.
E' comunque prevista l'esenzione dalla compartecipazione alla spesa per i redditi più bassi.


Strutture Socio Assistenziali presenti sul Territorio

C.I.C.A. Residenze S.r.l.
Via Bergamaschi - 28060 Casalbeltrame (NO)
Tel.0321.812411 - Fax.0321.812499
Sito internet www.cica.it

OPERA PIA GIRELLA
Via Cavour n.59 -28070 Tornaco (NO)
Tel.0321.846188

CASA di RIPOSO PEREGO PINZIO LAVAGETTO
Via Roma n.20 - 28064 Carpignano Sesia (NO)
Tel.0321.825233

Residenza Assistenziale di CASALVOLONE
Via Chiesa n.9 - 28060 Casalvolone (NO)
Per informazioni:
Comune di Casalvolone Sig. Beccati Dante
Cell.348.2406268 - Tel.0161.315157 - Fax.0161.315197
oppure
Cooperativa Elleuno di Casale Monferrato
Tel.0142.452123 - Fax.0142.453486

C.A.S.A. - Cavalier Antonio Bergamaschi Comunità Giovanile
Via Bergamaschi - 28060 Casalbeltrame (NO)

I Cedri Spa
Largo Don Guanella n.1 - 28073 Fara Novarese (NO)
Tel.0321.818111 - Fax.0321.829875

Casa di Riposo CORBETTA P. & FIGLIO
Via Gentilizi n.4 - 28071 Borgolavezzaro (NO)
Tel.0321.885215 - Fax.0321.885893





Inizio Pagina Comune di BIANDRATE (NO) - Sito Ufficiale
Piazza C. Battisti n.12 - 28061 BIANDRATE (NO) - Italy
Tel. (+39)0321.83122 - Fax (+39)0321.838219
Codice Fiscale: 00310870035 - Partita IVA: 00310870035
EMail: info@comune.biandrate.no.it
Posta Elettronica Certificata: biandrate@pcert.it
Web: http://www.comune.biandrate.no.it


|